Pass Verde e Covid Manager, le novità per Matrimoni e altri Eventi

pass-verde-e-covid-manager-le-novita-per-matrimoni-e-altri-eventi
Tutte le regole valide dal 15 giugno, per il numero massimo di invitati si attende il CTS, la decisione attesa per il 9 giugno

Il Pass Verde è l’argomento di cui più si parla da quando il Governo ha dato via libera alla ripresa dei festeggiamenti dei Matrimoni, ma anche di Prime Comunione, Cresime, Battesimi, Compleanni e altri eventi privati.

Dal 15 giugno in zona gialla sarà possibile tornare a festeggiare gli eventi, sia in location all’aperto che al chiuso, rispettando una serie di regole incluse nel Protocollo messo a punto dalle Regioni.

Cosa è previsto per il Green Pass?

Come si ottiene?

Quanto vale?

pass-verde-e-covid-manager

Il Green Pass è il certificato che attesta l’avvenuta vaccinazione o guarigione dal Covid-19 oppure certifica l’esito negativo dopo un tampone.

Può essere rilasciato dopo la prima dose di vaccino in formato cartaceo o digitale dalla struttura sanitaria o dal Servizio Sanitario Regionale di competenza.

In caso di rilascio dopo la prima dose del vaccino, è valido dal 15esimo giorno successivo e fino alla data prevista per il completamento del ciclo vaccinale quando sono previste due dosi e di nove mesi dal completamento del ciclo vaccinale.

Ricordiamo che sono previste due dosi per Pfizer, AstraZeneca e Moderna e una per Johnson&Johnson.

In caso di avvenuta guarigione dal Covid, il Pass Verde viene rilasciato in formato cartaceo o digitale, contestualmente alla fine dell’isolamento, dalla struttura ospedaliera presso cui si è effettuato un ricovero, dalla ASL competente, dai medici di medicina generale o dai pediatri di libera scelta.

Al momento, la validità è di sei mesi dalla data di fine isolamento.

In caso di test negativo antigenico rapido o molecolare, il Pass Verde è rilasciato dalle strutture sanitarie pubbliche, private autorizzate, accreditate, dalle farmacie o dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta che erogano tali test.

La validità della certificazione è di 48 ore dal test.

Tutti i partecipanti ai matrimoni dovranno essere in possesso del Pass Verde, ma non è stato ancora stabilito il numero massimo di invitati.

La decisione spetta al Comitato Tecnico Scientifico e la prima riunione utile è programmata per il 9 giugno.

Cos’è il Digital Green Certificate?

Verrà distribuito inoltre il Digital Green Certificate che è un certificato, digitale o cartaceo che attesta l’avvenuta vaccinazione contro il Covid-19, avvenuta guarigione o effettuazione di un test molecolare o antigenico con risultato negativo.

Sarà valido però a livello europeo, attraverso un codice a barre bidimensionale meglio conosciuto come QRcode, associato ad un codice identificativo univoco a livello nazionale. Pass Verde Digital Green Certificate sono due cose diverse perché il primo è valido soltanto sul territorio nazionale e fino all’entrata in vigore del Digital Green Certificate, che verrà invece emesso da una piattaforma nazionale, alimentata con i dati trasmessi dalle Regioni.

Clicca qui per le FAQ del Governo sul Pass Verde

Quali altre regole sono previste per lo svolgimento degli eventi?

Tre le novità che risaltano di più, c’è quella che riguarda la nuova figura del Covid Manager, una richiesta per ogni 50 invitati.

Il Covid Manager dovrà verificare il rispetto del Protocollo da parte di ospiti e lavoratori della location e sarà dunque un controllore super partes.

Dovrà verificare che non ci siano assembramenti e che vengano osservati gli obblighi, come quello di indossare le mascherine.

Non solo, dovrà registrare e conservare per 14 giorni un elenco dei partecipanti, tra lavoratori e invitati, da consultare e mettere a disposizione delle autorità sanitarie in caso di positività di uno di questi.

Gli invitati dovranno inoltre firmare una dichiarazione predisposta dalla struttura ospitante, in cui confermano la presa visione del protocollo anti contagio.

Nel documento dovranno in sostanza dichiarare di non aver avuto contatti con persone risultate positive nei 14 giorni precedenti all’evento e di non aver avuto sintomi influenzali.

Per quanto riguarda le altre regole, sarà necessario rispettare i protocolli e linee guida adottati ai sensi dell’articolo 1, comma 14, del decreto-legge n. 33 del 2020.

Si tratta del Protocollo Matrimoni di cui abbiamo parlato negli articoli precedenti, adottati dalle regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome – clicca qui per leggerlo.

In assenza di quelli regionali, trovano applicazione i protocolli o le linee guida adottati a livello nazionale.

Regole per il Buffet
pass-verde-e-covid-manager-buffet
foto Apulia Food Events

L’eventuale buffet dovrà essere somministrato da personale addetto e gli ospiti non potranno toccare i cibi esposti.

Il self service è però consentito nel caso in cui venga organizzato con monoporzioni preparate.

Distanze tra invitati

Il protocollo ricevimenti prevede una distanza fra i tavoli di almeno due metri e di un metro tra gli invitati allo stesso tavolo.

Regole per Musica e Ballo

I gruppi musicali, in assenza di barriere anti droplet sui microfoni, dovranno distanziarsi di almeno tre metri dal pubblico.

Il ballo è consentito solo all’aperto e ogni invitato dovrà avere 1,2 metri quadrati a disposizione.

I balli in spazi al chiuso sono consentiti solo in zona bianca, garantendo una superficie di due metri quadrati a persona e il ricambio dell’aria del locale dovrà essere potenziato.

Zona Guardaroba

Abiti, borse e accessori dovranno essere riposti in sacchetti appositi, monouso o sterilizzati, così che nulla entri in contatto con oggetti altrui.

Dal 21 giugno sparirà anche il Coprifuoco

Sarà graduale l’eliminazione del Coprifuoco, ad oggi in vigore a partire dalla 22:00 e fino alle 5:00.

Il Coprifuoco sarà spostato con inizio alle 23:00 già da mercoledì 19 maggio e a mezzanotte dal 7 giugno, prima di essere completamente abolito a partire dal 21 giugno, con il solstizio d’estate.

Le nuove regole saranno valide per le regioni in zona gialla, anche se con il prossimo Decreto dovrebbe variare anche il metodo di calcolo dell’indice di contagio RT che dovrebbe comportare l’entrata in zona arancione e rossa molto difficili.

Protocollo Wedding 2021 Regione Campania

Ogni struttura dovrà individuare un addetto per la sala nonché uno per la cucina, responsabili della verifica della attuazione di tutte le misure di contenimento del rischio di diffusione del contagio previste nel presente protocollo.

Il nominativo dei responsabili dovrà essere comunicato con anticipo alla ASL al Comune territorialmente competenti.

È obbligatorio, altresì:

  • Comunicare preventivamente alla ASL e al Comune competenti i ricevimenti e le feste calendarizzate, con preavviso di almeno 7 gg. rispetto alla data di svolgimento, con indicazione del numero di invitati previsto
  • Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione da rispettare durante l’evento
  • Rendere disponibili prodotti per l’igienizzazione delle mani in più punti del locale, in particolare all’entrata e in prossimità dei servizi igienici, che dovranno essere puliti più volte al giorno
  • Adottare misure al fine di evitare assembramenti al di fuori del locale e delle sue pertinenze
  • Rilevare all’ingresso la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura > 37,5 °C; il personale addetto che contingenterà l’accesso eviterà assembramenti interni e verificherà che i clienti indossino le mascherine
  • Mantenere l’elenco dei partecipanti per un periodo di 14 giorni
  • Riorganizzare gli spazi, per garantire l’accesso alla sede dell’evento in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti
  • Se possibile, organizzare percorsi separati per l’entrata e per l’uscita
  • Disporre i tavoli in modo da assicurare il distanziamento di almeno 1,50 metri tra i clienti di tavoli diversi negli ambienti al chiuso e di almeno 1 metro negli ambienti all’aperto (giardini, terrazze, plateatici, dehors), ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggetti al distanziamento interpersonale. Detto ultimo aspetto afferisce alla responsabilità individuale. Il distanziamento tra i tavoli può essere ridotto solo ove si utilizzino barriere fisiche di separazione ovvero per gruppi di persone in possesso di Card vaccinale o di altra certificazione di avvenuta vaccinazione completa, o di titolo anticorpale immunizzante (presenza di anticorpi anti S1 etc) ovvero che comprovino di aver eseguito, con esito negativo, tampone molecolare antigenico all’ingresso o comunque con prelievo effettuato entro le 48 ore precedenti il ricevimento
  • Laddove possibile, privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni (es. giardini, terrazze), sempre nel rispetto del distanziamento di almeno 1 metro
  • Assicurare adeguata pulizia e disinfezione degli ambienti interni e delle eventuali attrezzature prima di ogni utilizzo. Sarà possibile allestire, a seconda della possibilità del locale, una postazione sanitaria nel parcheggio o in altra area del ristorante dove sottoporsi a tampone antigenico prima dell’accesso al ricevimento. Tale check in/check up sarà curato da personale sanitario messo a disposizione dalla struttura. Il test antigenico non sarà necessario per chi si sia già sottoposto a vaccinazione, attestata dalla esibizione della card vaccinale o di analogo certificato nonchè per chi certifichi un titolo anticorpale immunizzante (presenza di anticorpi anti S1 etc) o per chi presenterà il risultato di un tampone molecolare o antigenico con esito negativo con prelievo effettuato nelle 48 ore precedenti l’evento. Al fine di diminuire in modo considerevole il rischio da contagio, si raccomanda vivamente agli sposi e i loro contatti stretti di sottoporsi nelle 48 ore antecedenti la cerimonia a tampone antigenico o molecolare, al fine di rilevare eventuali positività
  • Gli ospiti dovranno indossare la mascherina negli ambienti interni, tranne quando siano seduti al tavolo e negli ambienti esterni qualora non sia possibile rispettare la distanza di almeno 1 metro e in ogni caso in conformità alle vigenti disposizioni statali o regionali sull’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale
  • Il personale di servizio a contatto con gli ospiti deve utilizzare la mascherina nonché ogni altro dispositivo previsto dai protocolli di settore e deve osservare una frequente igiene delle mani con prodotti igienizzanti ed ogni altra misura prevista dai protocolli di settore
  • È consentito organizzare con modalità a buffet esclusivamente prevedendo la somministrazione da parte di personale incaricato ai posti a sedere, escludendo la possibilità per gli ospiti di avvicinarsi al tavolo del buffet e di toccare quanto esposto e prevedendo in ogni caso, per ospiti e personale, l’obbligo del mantenimento della distanza e l’obbligo dell’utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie
  • Per eventuali esibizioni musicali da parte di professionisti, si rimanda alle indicazioni di cui alla linee guida approvate e ai protocolli vigenti
  • È obbligatorio mantenere aperte, a meno che le condizioni meteorologiche o altre situazioni di necessità non lo consentano, porte, finestre e vetrate al fine di favorire il ricambio d’aria naturale negli ambienti interni. In ragione dell’affollamento e del tempo di permanenza degli occupanti, dovrà essere verificata l’efficacia degli impianti al fine di garantire l’adeguatezza delle portate di aria esterna secondo le normative vigenti. In ogni caso, l’affollamento deve essere correlato alle portate effettive di aria esterna
  • Per gli impianti di condizionamento, è obbligatorio, se tecnicamente possibile, escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria. In ogni caso vanno rafforzate ulteriormente le misure per il ricambio d’aria naturale e/o attraverso l’impianto, e va garantita la pulizia, ad impianto fermo, dei filtri dell’aria di ricircolo per mantenere i livelli di filtrazione/rimozione adeguati
  • Se tecnicamente possibile, va aumentata la capacità filtrante del ricircolo, sostituendo i filtri esistenti con filtri di classe superiore, garantendo il mantenimento delle portate. Nei servizi igienici va mantenuto in funzione continuata l’estrattore d’aria
  • Nei guardaroba, gli indumenti e oggetti personali devono essere riposti in appositi sacchetti porta abiti

Clicca qui per il Protocollo completo

Da Wedding Day potrai trovare bomboniere, inviti, partecipazioni, confetti, gadget e servizio fotografico per il tuo matrimonio!

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale Facebook e Seguici su Instagram!

Wedding Day – All rights reserved

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Let's talk

If you want to get a free consultation without any obligations, fill in the form below and we'll get in touch with you.